Vertenze di Lavoro

Da diversi anni , anche con realtà associativa diversa,   si conferma a Catania l’impegno dell’Associazione Centro Diritti Lavoratori ( C.D.L. ).

L’indipendente Associazione Centro diritti lavoratori,  con sede in Catania  nella centralissima Via Umberto 193 (angolo  con la Via Crispi), NON fa parte di alcuna organizzazione/orientamento Sindacale – Politico. La stessa, altresì, NON percepisce alcun finanziamento / contributo pubblico.

L’associazione  C.D.L. propone, pertanto, ai lavoratori e ai datori di lavoro ( che lo richiederanno, anche per il tramite dei propri consulenti del lavoro ), assistenza  e consulenza su tutte le problematiche legate al rapporto di lavoro, anche se NON regolarizzato ( lavoro in nero ).

Infatti, causa il perdurare di uno stato di crisi economica , il mal costume del lavoro in nero sta interessando, sempre più, la nostra realtà  locale. Pur comprendendo le diverse difficoltà dell’imprenditoria Siciliana e Italiana,  il lavoro in nero è in contrasto con ogni principio di legge, di buon senso e dignità del lavoratore. L’associazione C.D.L. propone, a tal fine, continua campagna di informazione e divulgazione tendente a chiarire che :

1) NON è vero che il lavoratore in nero ( non regolarizzato ) non ha alcun diritto;

2) NON è vero che il lavoratore che richiede i propri diritti poi … non potrà più lavorare   

3) NON è vero che il lavoratore che intende  agire legalmente contro il datore di lavoro, avrà il proprio nominativo indicato / segnalato  in ipotetico  documento ( certificato / libretto di lavoro / tesserino etc.. ).

Nessuno saprà mai che hai voluto difendere i tuoi diritti.

Pertanto, al fine di volere perseguire  e  incentivare la coscienza dei lavoratori circa i propri diritti ( ma anche dei propri doveri )  in ambito lavorativo nonché, nella “ sperata “ opportunità   di creare i presupposti di  un dialogo costruttivo con tutta l’impreditoria Siciliana e Catanese, l’associazione C.D.L., per il tramite dei propri professionisti – Legali convenzionati, propone la soluzione e/o chiarimenti sulle seguenti problematiche:


 

CONCILIAZIONI CON IL DATORE DI LAVORO

( Con assistenza sindacale di categoria )

Nel caso di controversia tra lavoratore e datore di lavoro o nel caso di conclusione di un rapporto di collaborazione ,  l’Associazione CDL promuoverà sempre prima di intentare vertenza di lavoro, tutta una serie di attività , iniziative, incontri  volti all’accordo, alla conciliazione e transazione bonaria della vicenda in tempi brevissimi .

Pertanto, con il preventivo accordo delle parti, l’Associazione può promuovere e concretizzare atto di conciliazione (L. n° 533 del 11/8/73) con l’intervento dei Sindacati di categoria.

Il verbale di conciliazione oltre ad essere valido titolo esecutivo per le somme indicate e concordate  è, altresì , atto definitivo tra le parti le quali non avranno, reciprocamente, null’altro da richiedere e / o pretendere.

Vantaggi:

  •  rapida soluzione del problema senza tempi di attesa ;
  • certezza, per entrambe le parti, che i rapporti si intenderanno reciprocamente  e definitivamente conclusi e definiti;
  • il verbale di conciliazione sottoscritto dalle parti e dai sindacalisti a ciò autorizzati,  è già un titolo esecutivo: in caso di mancato pagamento, anche parziale, si  potrà già agire esecutivamente  per il recupero dell’intero  e del concordato;
  • con la conciliazione si  eviterà il dovere ricorrere al Giudice del Lavoro e, pertanto,  all’alea di un processo;
  • grazie alla conciliazione,  si potrebbero ricreare i presupposti per il riavvicinamento delle parti precedentemente in contrasto

Svantaggi:

  • Nessuno

 

 CHIUSURA RAPPORTO DI LAVORO

( Badanti – Stranieri – Domestiche – Datori di lavoro )

Il lavoratore domestico, la badante, la straniera o, addirittura, lo stesso datore di lavoro che intende definitivamente e correttamente chiudere il rapporto di lavoro o di collaborazione , potrà liberamente e utilmente usufruire di tutti quei  servizi offerti dall’associazione C.D.L. :  equipe di Legali convenzionati, consulenti del lavoro e sindacalisti ( sia di parte datoriale che per il lavoratore ) i quali potranno consigliarti come   meglio chiudere  e definire il rapporto intercorso.

Vantaggi:

  • certezza, per entrambe le parti, che i rapporti si intenderanno reciprocamente  e definitivamente conclusi e definiti;
  • ogni tipo di  rapporto di lavoro o di collaborazione verrà concluso, risolto e definito;
  • il verbale sottoscritto dalle parti e dai sindacalisti  è già un titolo esecutivo ;

 Svantaggi:

  • Nessuno

 

 LICENZIAMENTO E DIMISSIONI (anche per giusta causa)

Durante il rapporto di lavoro ( anche in nero ), potrebbe capitare che il lavoratore venga licenziato, anche verbalmente (cioè a voce) .  Potrebbe capitare che il lavoratore, inoltre, possa essere licenziato per riduzione di personale o per  altre motivazioni . Si potrebbe verificare, altresì, l’ipotesi che il lavoratore, a causa del mancato pagamento degli stipendi, non riesca più a proseguire il rapporto di lavoro. In questo caso l’associazione CDL  , con l’aiuto dei propri consulenti convenzionati , potrà gestire il problema provvedendo a predisporre lettera di dimissioni per giusta causa , rivolgersi all’Ispettorato del lavoro e, successivamente, richiedere l’indennità di disoccupazione (esistendone i presupposti di legge).

Grazie all’indennità di disoccupazione, il lavoratore potrà  così usufruire di una indennità economica variabile ( nel tempo e nella quantità ) . Allo stesso, comunque, spetterà sempre la liquidazione finale (TFR).

Si informa e raccomanda: non firmate  mai alcuna lettera di dimissioni se prima non ne avete parlato (liberamente e senza alcun impegno) con noi.

Infatti, senza volerlo e ingenuamente, potrebbero essere firmate dichiarazioni di dimissioni semplici   che farebbero perdere  il diritto  a ottenere l’indennità di  disoccupazione (cioè, i soldi dall’Inps) .

Vantaggi:

  • rapida soluzione del problema senza tempi di attesa;
  • impugnare il licenziamento provveduto nei confronti del lavoratore senza giusta causa / giustificato motivo;
  • impugnare un licenziamento provveduto verbalmente ( cioè a voce ), anche per telefono;
  • impugnare un licenziamento quando si è in malattia, stato di gravidanza o per altri motivi che ledono  i diritti del lavoratore;
  • chiarezza  dei  diritti che spettano con le dimissioni per giusta causa;

 Svantaggi:

  • Nessuno

 


  

 VERTENZE LAVORO

Nel caso di nascente controversia tra il lavoratore e il  suo datore di lavoro ( anche se il rapporto fosse stato in nero )  e, la stessa, nonostante i ripetuti e vari inviti  per  cercare di trovare l’accordo non viene definita, il lavoratore ha l’opportunità di proporre vertenza di lavoro davanti il Giudice competente.

La proponenda  vertenza di lavoro premetterà, intanto, la verifica delle ragioni a sostegno di quanto si intenderà richiedere. Immediatamente dopo, grazie all’ausilio di esperti contabili ( consulente del lavoro ) si esamineranno  le  buste paga ( qualora il rapporto fosse stato regolarizzato) , le mansioni, il  livello, gli orari di lavoro e tutto quanto spetta al lavoratore secondo legge e contratto.

Si conferma che la vertenza di lavoro si potrà proporre contro il datore,  a prescindere se il rapporto sia stato regolarizzato. Pertanto, anche se il rapporto è stato in nero, la vertenza potrà essere proposta.

Si ricorda che  se il lavoratore è in possesso dei requisiti di legge per ottenere l’ammissione al Gratuito Patrocinio,   ha la possibilità di farsi assistere gratuitamente per tutto il processo.

È IMPORTANTE SAPERE CHE:  è assolutamente falsa la notizia che in caso di vertenza nessuno ti farà lavorare più !! Infatti, da nessun documento ( libretto di lavoro, attestazione di uffici, collocamento obbligatorio, disponibilità al lavoro etc.. ) e/o da nessun atto (se non dal ricorso), potrà mai risultare di avere proposto vertenza di lavoro.

Perchè sceglierci?

AIUTACI A COMBATTERE L’IGNORANZA E L’OMERTÀ

Vantaggi:

  •  chiara soluzione del problema;
  • prima di iniziare una possibile causa, l’associazione CDL  tenterà la conciliazione  e l’accordo con il datore di lavoro;
  • si provvederà, anticipatamente, ad un esame preventivo dei diritti lavorativi viòlati.
  • preventivamente, conteggi e verifiche delle buste paga;
  • possibilità di proporre  vertenza di lavoro anche se  si è  lavorato in nero;
  • la vertenza lavoro, se non si  è riusciti a trovare alcun accordo bonario, è l’unica alternativa possibile al dovere   “ regalare  “ i  propri soldi  a colui che …. ti ha licenziato!!

 

Svantaggi:

  • Nessuno 

 

 LAVORO IN NERO

 Se hai lavorato in nero e ritieni  che ti debbano essere riconosciute  ( in quanto hai lavorato !! ) determinate aspettative economiche,  previste e dovute sia ai fini contrattuali che …  semplicemente per la correttezza dei rapporti, l’associazione C.D.L., per il tramite dei propri professionisti convenzionati, gratuitamente e senza alcun impegno, ti fornirà ogni chiarimento e delucidazioni di cui potrai avere bisogno.

Conosci determinati principi che … erroneamente negli anni ti hanno fatto credere come veri !!

Ricorda  anche che il TFR ( liquidazione finale ) ti spetterà sempre e comunque , anche se hai lavorato in nero !!

 

Vantaggi:

  •  chiara soluzione del problema;
  • prima di iniziare una possibile causa, l’associazione CDL  proverà  a tentare la conciliazione con il datore di lavoro;
  • il lavoro in nero viene tutelato nella identica misura del rapporto regolarizzato;

 

Svantaggi:

  • Nessuno 

 

 VERIFICA E CONTROLLO BUSTE PAGA, CONTEGGI

Prima di iniziare il contenzioso e, comunque, già nella fase stragiudiziale ( cioè fase che precede la  possibile vertenza di lavoro) , un esperto contabile  ( consulente del lavoro ) esaminerà  e verificherà le buste paga ( in caso di rapporto regolarizzato ) , le mansioni , il livello e il contratto da applicare. Anche nel caso in cui il rapporto fosse stato in nero, i conteggi potranno essere ugualmente conseguiti.

Da un primo esame della situazione contabile,  così, si potranno  già riscontrare e constatare tutte le voci retributive  dovute e non percepite o percepite in maniera parziale : differenze paga, differenze livello / mansioni , straordinario, notturni, domeniche, 13^ e 14^, ferie, festività, TFR .

Alla fine, pertanto, il lavoratore richiedente avrà una perizia contabile di parte ( i conteggi) e verrà a conoscenza,   esattamente , dell’importo  spettante ( rispetto  a quanto ha percepito )  secondo legge e contratto .

Vantaggi :

  • chiara soluzione del problema;
  • prima di intentare una causa o solo al fine di informarsi sui diritti economici   maturati , con una chiara prospettiva contabile ( conteggi – relazione contabile ) il lavoratore potrà conoscere (finalmente !! ) cosa gli spetterebbe in base alla quantità ( ore di lavoro ) e qualità ( mansioni prestate )  di lavoro prestato.
  • possibilità di  conoscere il proprio dovuto anche se anche se trattasi di  lavoro in nero.

Svantaggi:

  • Nessuno

 

 MANCATO PAGAMENTO STIPENDI E ALTRO

Non hai ricevuto gli ultimi stipendi? Non ti è stato dato lo straordinario, i notturni, le domeniche, la 13^ e 14^ mensilità, le ferie, le festività, il TFR? Hai ricevuto una busta paga con importo diverso e maggiore rispetto a quanto hai ricevuto? Sei stato costretto a lavorare in nero e non ti si vuole corrispondere quanto dovuto? Hai osservato un orario di lavoro full time mentre, in busta paga, appare  un orario di lavoro part time?

Queste problematiche verranno definitivamente chiarite , anche se hai lavorato in nero, mediante un preventivo accertamento contabile ( conteggi )  e con la consulenza di Legali convenzionati i quali,  prima di iniziare qualsiasi attività davanti il Tribunale competente, proporranno  ogni soluzione bonaria al fine di trovare l’accordo con il datore di lavoro.

Solo dopo, in caso di insuccesso, si inizierà azione giudiziaria per la richiesta dei propri diritti violati. 

Vantaggi:

  • chiara soluzione del problema;
  • dopo avere acquisito informazioni sui diritti viòlati , su quanto potrebbe spettare economicamente al lavoratore (con perizia contabile ), ci si potrà adeguatamente rivolgere al Giudice del Lavoro , sempre previo  il tentativo di una conciliazione con il datore di lavoro.

 

Svantaggi :

  • Nessuno 

 

 LIQUIDAZIONE FINALE (TFR)

Alla conclusione di un rapporto di lavoro, anche se in nero, il lavoratore ha sempre il diritto di ricevere la liquidazione finale ( TFR).

Tale obbligo è previsto non solo dal contratto collettivo e dalla legge ma, anche in questo caso, dal buon senso e dalla correttezza dei rapporti.

Pertanto, qualora nel tempo ti è stato detto  : …  “hai lavorato in nero , quindi …. non ti spetta nessuna liquidazione”  …. sappi che è una menzogna !!

Difendi i tuoi diritti e richiedi i conteggi al fine di capire e conoscere quanto ti spetterebbe a titolo di liquidazione, anche se hai lavorato in nero .

Anche in questo caso, la consulenza è assolutamente gratuita e libera .

 

Vantaggi:

  • sin da subito, potrai conoscere cosa ti spetta a titolo di TFR ( liquidazione finale );
  • potrai  “pretendere”  la liquidazione anche se hai lavorato in nero;

 

Svantaggi:

  • Nessuno 

 

  FALLIMENTO – CHIUSURA ATTIVITA’ e INPS ( Fondo di garanzia)

Durante la vita di una società / ditta per cui si è lavorato, può capitare che essa fallisca o, semplicemente, l’attività venga chiusa  senza che ai lavoratori venga pagato alcunché a titolo di TFR ( liquidazione finale )  .

Fortunatamente , al verificarsi di tali condizioni da ritenersi “ anomale “  in un rapporto di lavoro,   interviene un fondo di garanzia gestito dall’Istituto INPS .

Con lo svolgimento di articolata attività stragiudiziale / giudiziale  che anticiperà la fase di tutta la                      modulistica / istanze da presentare , l’INPS riconoscerà al lavoratore richiedente il pagamento del TFR, ultime tre mensilità ( con limiti rispetto il percepito ) e la  13^  mensilità.

Necessiteranno eseguire , in maniera precisa e scadenzata, determinate  e articolate procedure / attività.

Caso contrario l’istituto  INPS rigetterà la domanda e il lavoratore non potrà più percepire quanto  gli sarebbe stato dovuto per legge .

L’associazione CDL,  sempre per il tramite dei propri Legali convenzionati, curerà   e gestirà tutti  gli aspetti e procedure  finalizzati alla riscossione ( grazie all’accesso al fondo di garanzia INPS ) dei propri crediti di lavoro maturati   (TFR, mensilità, 13^ ) . Verranno richiesti anche gli interessi e la rivalutazione monetaria.

Pertanto, Se siete un gruppo di lavoratori (con possibili agevolazioni previste) , ma anche se sei da solo e non sai come gestire la problematica, l’associazione CDL (   tramite i propri esperti convenzionati  ) in maniera libera e gratuita ti fornirà  chiarimenti e dettagli .

 

Vantaggi:

  • unica possibilità per ricevere il TFR e le ultime tre mensilità se la società / ditta ha chiuso;
  • presentazione delle varie istanze e modulistica;
  • previo il riconoscimento giudiziario del rapporto di lavoro, potrai avere il TFR anche se hai lavorato in nero.

Svantaggi:

  • Nessuno

 

 SINDACALE

L’associazione CDL potrebbe intervenire, per il tramite dei propri Legale convenzionati, anche se all’interno del posto di lavoro hai subito condotta antisindacale.

Se si desiderano ricevere  delle chiare risposte circa le succitate domande  e problematiche, nei giorni di Lunedì e Venerdì mattina  ( dalle 9.00 alle 13.00 )  e Mercoledì e Giovedì  pomeriggio  ( dalle 17.00 alle 20.00 ) Legali convenzionati potranno  precisare e accertare, gratuitamente e senza alcun impegno, ogni dubbio o perplessità.

 

 

Prima di prendere ogni decisione … passa da noi e ascoltaci senza alcun impegno !!

Potresti venire a conoscenza di notizie che ti potrebbero tornare utile

 

Via Umberto 193, ( angolo Via F. Crispi ) – Catania

Tel. 095/ 53 05 09